TEL. +39 06 332 64 721

Progetto Laboratorio L2

Progetto  Laboratorio di L2 2017 – 2018

Progetto di lingua per alunni stranieri   a.s.2017/2018

Docente coordinatore: Pizzi Barbara.

Il progetto di lingua seconda per stranieri è un progetto di Istituto che coinvolge i tre ordini di scuola e si svolge in orario scolastico per le scuole infanzia e primaria ,in orario extrascolastico per la scuola media.

È rivolto a tutti gli alunni stranieri di classi e indirizzo diversi, per bambini di nuova immigrazione e nati in Italia con difficoltà linguistiche, pertanto  si articola su due livelli: base ed avanzato.

Il progetto, per anni centrato sull’attività di insegnamento della lingua italiana attraverso sussidi didattici linguistici di vario tipo, per l’a. s. 2017/2018 assumerà una struttura diversa con attività trasversali, quali il teatro e l’arte, finalizzate all’acquisizione della lingua italiana.

Il teatro ha già avuto nel corrente anno una sua modesta attuazione nel livello base, ma con effetti positivi ed efficaci.

CONTENUTI

Scuola Primaria

Livello Base  plessi Vibio Mariano e Sesto Miglio

Teatro – L2  

Il progetto intende offrire ai bambini del livello base di L2 uno strumento per l’acquisizione e lo sviluppo di competenze linguistico-comunicative di italiano. Attraverso giochi ed esercizi teatrali, a partire dal corpo, dall’uso dello spazio e del tempo, attivando cioè gli elementi fisici del laboratorio teatrale, l’uso della lingua è inserito in un contesto di comunicazione più ampio, nel quale sono sviluppati livelli diversi di ‘competenza’ – quali attenzione, ascolto, cooperazione, iniziativa, risoluzione di problemi – da potenziare nell’ambito della relazione fisica, con sé stessi e con l’altro, che il training attiva. Gli ‘esercizi’ per il movimento corporeo in relazione allo spazio e ai compagni, per il controllo e la coordinazione dei tempi, la produzione di sequenze non preordinate, l’uso dell’improvvisazione costituiscono infatti le coordinate della proposta progettuale.

Come già determinato dalla sperimentazione dello scorso anno, tali coordinate si innesteranno sull’elemento lessicale, dal quale prenderà avvio il laboratorio; utilizzato creativamente nei contesti diversi dati dalle diverse azioni fisiche, fornirà il materiale per  la creazione di un testo, con forti caratteristiche di improvvisazione, permettendo un uso immaginativo e perciò ‘libero’ degli elementi lessicali, in cui l’errore non è contemplato. La libera associazione, l’improvvisazione, consentono anche una ‘giocosa’ assunzione di rischio nella produzione di un testo e, mettendo al centro l’ ‘esercizio’, nella sua fisicità e nella relazione corporea con l’altro, gli elementi lessicali e i campi semantici relativi costituiranno quindi le componenti per la costruzione di vere e proprie ‘azioni linguistiche’ in uno ‘spazio scenico’. Sotto questo profilo, ulteriori tematiche e spunti da cui poter avviare e continuare la sperimentazione potrebbero essere forniti da: albi illustrati, oggetti scenici di recupero, immagini per lavagna luminosa, burattini e ombre per teatro di figura ecc.

Il progetto vuole infine caratterizzarsi, nell’implementare le caratteristiche di sperimentazione dello scorso anno, per una ricerca più articolata riguardante l’uso del training teatrale in un laboratorio di L2, proprio grazie alla possibilità di volgere in azioni le competenze linguistico-comunicative via via acquisite, e a diversi livelli: lessicale, morfosintattico, socio-comunicativo – fino alla comunicazione non verbale, lavorando contemporaneamente, come già detto, su ascolto, comprensione, iniziativa, assunzione di rischi, risoluzione di problemi.

Livello  Base plesso San Godenzo primaria.

 Teatro-L2

L’attività teatrale inserita nel laboratorio di L2 per il livello base,